chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Sei già registrato? Clicca QUI. Chiama lo 011 194 67 821 per dubbi e ordini telefonici Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel wine club e accedi alle vendite riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Scarus Barbera d’Asti DOCG “Enzo Giacchero”

Az. Agr. Paolo Berutti, 2011
Piemonte , Santo Stefano Belbo (CN)

Scarus Barbera d’Asti DOCG “Enzo Giacchero”

Stupefacente interpretazione di un grande classico

Cosa Il più classico dei rossi piemontesi
Perchè Per il suo corpo importante ma sinuoso
Perfetto con Saltimbocca
90
Voto Svinando

Scarus Barbera d’Asti DOCG “Enzo Giacchero”

Az. Agr. Paolo Berutti, 2011

In ricordo delle colline astigiane, generose terre ricche di profumi e di meravigliosi filari, nei quali mi facevo rincorrere frugoletto e monello, dalla nonna Maria e dal nonno Pietro che affettuosamente mi apostrofavano: Scarus! (Enzo Giacchero)

In piemontese lo Scarus è un monello un po' cresciuto, quel ragazzo che ne combina sempre una, anche alla soglia della maturità. Magari eccessivo, ma genuino, e soprattutto, alla fine, simpatico. Non c’è nome più azzeccato per questa Barbera, voluta da Enzo Giacchero e magistralmente interpretata dalle abili mani di Paolo Berutti. La sua struttura si fonda sui capisaldi classici di questo vitigno: colore, acidità, corpo importante a centro bocca. Ma su questi pilastri si sviluppa un vino dal naso fresco, di frutti rossi maturi, la ciliegia scura, in bocca nonostante il corpo si muove sinuosa fino in fondo all'assaggio, facendo vibrare ancora quella frutta prima di scendere in gola. L’Azienda Agricola Paolo Berutti è una microazienda nata da poco con l’obiettivo di produrre vini di alta qualità senza compromessi, equilibrati e piacevoli da bere.

La cantina si trova in Piemonte, nel cuore delle Langhe a Santo Stefano Belbo (CN), in località Bauda.
La conduzione della cantina è rigorosamente personale: ogni singola bottiglia passa nelle mani di Paolo in un processo di vinificazione che integra la passione e la cura dell’artigiano e l’utilizzo di nuove tecnologie e biotecnologie nel rispetto della tradizione e della naturalezza del prodotto, con l’ausilio di processi e metodi di lavorazione innovativi. La costruzione, grazie al sapiente progetto dell’architetto Ermanno Saracco, risulta esteticamente originale per la scelta di materiali e forme, a basso impatto ambientale, con locali all’interno che rispondono a tutti i requisiti di funzionalità e igiene. La parte ipogea del fabbricato, costruita ex novo, è stata realizzata per ottenere un perfetto microclima ideale per la lavorazione e conservazione del vino; la parte restante è stata ricavata dalla ristrutturazione dei locali preesistenti della vecchia cascina già adibiti a cantina dal 1800.


consigliato da Lorenzo Triolo

Aristippo dei giorni nostri, la tavola è il suo regno, la bottiglia il suo tesoro, il bicchiere la sua spada. Per lui il vino è un piacere quotidiano, che deve stupire e appagare i sensi, e il piacere è il fine ultimo dell’esistenza. Nonostante la giovane età è un tipo molto tradizionale e a tavola apprezza le denominazioni più classiche. E chi non stappa in compagnia, gode solo a metà.

 Un giorno senza vino è un giorno perso e tutto è follia nel mondo ciò che non è piacer 

Il Vino

TipologiaRosso fermo secco DOCG
ProvenienzaPiemonte
UveBarbera 100%
SensazioniColore rosso rubino; naso fresco, di frutti rossi maturi, la ciliegia scura, in bocca nonostante il corpo si muove sinuosa fino in fondo all'assaggio, facendo vibrare ancora quella frutta prima di scendere in gola
VinificazioneCura massima nella lavorazione del vigneto; pigiatura leggera con rulli; fermentazione alcoolica controllata in serbatoi in acciaio inox termoregolati; uso “ponderato” delle nuove biotecnologie; fermentazione malolattica controllata in serbatoi in acciaio inox termoregolati; uso in proporzione limitatissima di barrique di rovere francese; stabilizzazione tartarica a freddo; maturazione prodotto in serbatoi in acciaio inox termoregolati e saturazione con gas inerti; uso limitato di anidride solforosa; imbottigliamento e confezionamento; maturazione ed affinamento del prodotto in bottiglia in idonei locali interrati
Gradazione alcolica14% vol.


La vigna

TerrenoSiliceo
Esposizione e altitudineSud/Sud-ovest, 300 m s.l.m.
Metodo di allevamentoGuyot
Densità d'impianto4.500 ceppi per ettaro


Consigli di degustazione

Temperatura di servizio18°
Quando berloMolto interessante per i prossimi due anni
AbbinamentoPrimi piatti strutturati, carni rosse, anche alla brace, cacciagione, selvaggina, formaggi stagionati


Condividi la tua opinione con altri clienti | Recensisci per primo questo prodotto



* Lo sconto è calcolato rispetto al prezzo al pubblico così come indicato dal Produttore ovvero come risultante da rilevazioni di mercato.